Tessuti molli ed estetica rosa nella gestione del sito post-estrattivo

SPONSOR FORUM: Ricerca e sviluppo in terapia implantare

Daniele Cardaropoli

Dopo l’estrazione di un elemento dentario, inizia una fase di rimodellamento osseo con successivo riassorbimento in quanto il sito edentulo del processo alveolare subisce cambiamenti qualitativi e quantitativi. A distanza di 12 mesi dall’estrazione il sito può manifestare, in media, il 50% di perdita ossea in senso orizzontale. La preservazione della cresta attraverso l’innesto di un biomateriale all’interno dell’alveolo post-estrattivo è in grado di compensare questo fisiologico rimodellamento osseo.
Recenti studi randomizzati controllati riportano un mantenimento del 93% del volume osseo originale. In determinate situazioni cliniche, l’inserimento implantare immediato in un sito post- estrattivo presenta numerosi vantaggi clinici. Una corretta gestione dei tessuti molli, una estrazione atraumatica, il riempimento del gap osso-impianto concorrono insieme all’ottenimento di un eccellente risultato. Nei siti anteriori, inoltre, la protesizzazione immediata è in grado di mantenere stabile il profilo dei tessuti molli.

Altri video da SPONSOR FORUM: Ricerca e sviluppo in terapia implantare

Integrazione dei tessuti molli peri-implantari

Renzo Guarnieri

Tecniche di chirurgia mucogengivale su denti e impianti

Vittorio Siro Leone Farina

L'influenza della superficie implantare sul rischio di perimplantite

Andrea Chierico

La gestione dei tessuti molli attorno a denti e impianti

Raffaele Cavalcanti