Come gestire chirurgicamente i tessuti molli peri-implantari dopo malposizionamento implantare

Giovanni Zucchelli

La comparsa della superficie metallica o anche solo la sua trasparenza attraverso il sottile tessuto molle buccale sono frequentemente causa di lamentele estetiche da parte del paziente. Inoltre un erroneo posizionamento implantare può portare ad un posizionamento più apicale del margine gengivale della corona implantare rispetto al dente naturale adiacente anche senza alcuna esposizione di superficie metalliche. In questo caso il paziente lamenta la differente lunghezza dei denti adiacenti. Le tecniche di chirurgia plastica parodontale, e in particolare la tecnica bilaminare, possono essere utilizzate con successo per ricoprire recessioni buccali e deiscenze del tessuto molle peri-implantare, fornendo alla nuova corona protesica un tragitto transmucoso e un profilo di emergenza esteticamente soddisfacente per il paziente. La tecnica bilaminare può essere applicata con successo contestualmente all’inserimento implantare sia nel caso di impianti post-estrattivi a carico immediato sia nel caso di impianti differiti.

Prossimi video

La diagnosi: elemento chiave

Paolo Casentini

Come evitare e gestire il malposizionamento implantare nei settori posteriori

Raffaele Cavalcanti - Guerino Paolantoni

Come evitare e gestire il malposizionamento implantare nelle zone estetiche

Massimo Simion

Come gestire protesicamente il malposizionamento implantare

Fabio Scutellà

Come escludere un impianto malposizionato

Carlo Tinti

Come evitare e gestire il malposizionamento nelle procedure implantari post-estrattive immediate

Daniele Cardaropoli