Come la nuova classificazione delle malattie parodontali e perimplantari personalizza la gestione del paziente

XIX Congresso Internazionale SIdP 2019

Tord Berglundh

La nuova classificazione delle malattie parodontali rappresenta una svolta che allinea i criteri diagnostici della parodontite e delle malattie perimplantari all'evoluzione che la medicina ha avuto negli ultimi anni.  La straordinaria crescita di conoscenze rappresenta l’elemento su cui è stata costruita. Negli ultimi anni si è parlato di terapia personalizzata e, più recentemente, di Precision Medicine. Concetti che sottintendono un’immagine olistica del paziente, non più visto come portatore di una malattia “fotografata” in un determinato momento della sua vita, ma come un individuo affetto da una patologia. Grazie allo sviluppo di discipline come la genomica, la trascrittomica, la proteomica e la metabolomica il paziente può essere “curato” in modo sempre più individuale. Tutto questo ha mutato nel tempo l’approccio della classe medica. La nuova classificazione, partendo da una precisa definizione di "salute parodontale", individua proprio il concetto di case definition: identifica il paziente affetto dalla malattia introducendo elementi nuovi che non erano presenti nelle precedenti classificazioni. 
È sparito il quadro clinico di parodontite aggressiva. Partendo dalla perdita di livello di attacco la  malattia può manifestarsi con differenti livelli di gravità identificati attraverso una stadiazione (staging) che guida il clinico al momento della diagnosi. Il grading invece inserisce un modello di analisi "dinamica" in grado di identificare il rischio individuale di progressione di malattia.

Altri video da XIX Congresso Internazionale SIdP 2019

Lectio Magistralis - I concetti della Medicina di “Precisione” applicati alla Parodontologia

Bruno G. Loos

Come la nuova classificazione delle malattie parodontali e perimplantari personalizza la gestione del paziente

Maurizio Tonetti

Personalizzare la gestione clinica dell’infezione parodontale e peri-implantare

Cristiano Tomasi

Personalizzare la gestione clinica dell’infezione parodontale e peri-implantare

Luigi Nibali

Personalizzare la gestione clinica dell’infezione parodontale e peri-implantare

Giovanni Salvi

Personalizzare le procedure chirurgiche per la riduzione o eliminazione della tasca

Francesco Cairo, Filippo Graziani e Alberto Fonzar

Personalizzare le procedure chirurgiche rigenerative parodontali

Giovan Paolo Pini Prato

Personalizzare le procedure chirurgiche rigenerative parodontali

Leonardo Trombelli

Personalizzare le procedure chirurgiche rigenerative parodontali

Pierpaolo Cortellini

La gestione clinica personalizzata dell’atrofia ossea

Giano Ricci

La gestione clinica personalizzata dell’atrofia ossea

Carlo Tinti

La gestione clinica personalizzata dell’atrofia ossea

Andrea Chierico

Qualità e soddisfazione dal punto di vista dei pazienti

Carlo Maria Gallucci Calabrese

I benefici di una terapia parodontale attiva personalizzata

David Herrera

La gestione clinica personalizzata della terapia parodontale di supporto

Dagmar Else Slot

Corso Pre-Congressuale: Scelta, utilizzo e manutenzione dello strumentario parodontale

Antonia Abbinante

Corso Pre-Congressuale: Counselling motivazionale: approcci e applicazioni

Martina Gangale

Corso Pre-Congressuale: Il processo decisionale in chirurgia plastica peri-implantare

Rino Burkhardt

Lectio magistralis- La chirurgia mucogengivale: dagli esordi alla nuova classificazione

Mariano Sanz