La diagnosi: elemento chiave

Paolo Casentini

Sebbene le linee guida chirurgiche e protesiche per eseguire correttamente l’implantologia siano note, spesso esse vengono ignorate, e gli impianti, inseriti in modo non corretto possono compromettere gravemente l’aspetto estetico e funzionale della riabilitazione finale. La relazione analizzerà il protocollo diagnostico utilizzato dall’autore per razionalizzare la programmazione e l’inserimento degli impianti nelle differenti situazioni cliniche, in presenza o in assenza di difetti dei tessuti duri e molli.
L’obbiettivo è rappresentato dall’implantologia protesicamente guidata”, laddove un posizionamento tridimensionale corretto, e un volume adeguato dei tessuti circostanti rappresentano il migliore presupposto per ottenere un risultato estetico e funzionale adeguato.

Prossimi video

Come gestire chirurgicamente i tessuti molli peri-implantari dopo malposizionamento implantare

Giovanni Zucchelli

Come evitare e gestire il malposizionamento implantare nei settori posteriori

Raffaele Cavalcanti - Guerino Paolantoni

Come evitare e gestire il malposizionamento implantare nelle zone estetiche

Massimo Simion

Come gestire protesicamente il malposizionamento implantare

Fabio Scutellà

Come escludere un impianto malposizionato

Carlo Tinti

Come evitare e gestire il malposizionamento nelle procedure implantari post-estrattive immediate

Daniele Cardaropoli